De Vier Dochters Bennet #1: In cui Darcy ha inaspettatamente ragione e Caroline é inaspettatamente simpatica

Quante volte vi siete sorbiti qualcosa di francamente strano soltanto perché aveva a che fare con qualcosa che vi piace? Ecco ieri ho visto la prima puntata di De Vier Dochters Bennet un adattamento tedesco di O&P degli anni 50 più o meno. Ho deciso di farne una serie di recensioni. Non ho imparato magicamente il tedesco infatti ho dovuto seguire l’episodio con i sottotitoli e facendo un giro tra i commenti ho scoperto che l’ultimo episodio ne é sprovvisto. Questo renderà le cose un po’difficili perché se la serie continua con qualche frase famosa presa qui e lí e poi nien’t altro é la fine! Piccolo avvertimento prima di iniziare la recensione: i miei post sono già normalmente scarni per quanto riguarda le immagini ma considerato che non posso fare screenshot e che la qualità delle foto disponibili ha una risoluzione da far paura vi dovrete accontentare di un incredibile muro di testo. E ora iniziamo! (Mentre ascolto il concerto di musica classica serale su BBC Radio 3 XD).
Questo adattamento fa parte di un gruppo che io chiamo i “Weird Austen” e penso sia facile capire perché sono chiamati cosí! Sono molte volte adattamenti stranieri più vecchiotti e ironicamente cambiano molto la materia originale molte volte stravolgendo la storia. Quindi quando ci troviamo un adattamento del genere tra le mani  non sappiamo cosa aspettarci! Il titolo ci suggerisce fin da subito l’infedeltà visto che si traduce con: “Le QUATTRO sorelle Bennet”. Quindi questo adattamento aderisce allo sport nazionale di chi adatta O&P  chiamato “Accorpa Kitty e Mary”. Qui ci teniamo Mary che assume alcune delle caratteristiche di Kitty ad esempio tossire…(a differenza di O&P 1980 in cui nei primi episodi Mary sembra schizzofrenica). Per il resto é sempre la solita Mary, almeno per ora. I titoli di testa si aprono con una statua di Cupido che colpisce una specie di bersaglio in cui poi compare il titolo. L’inizio é promettente. C’é una giovane ragazza molto vivace che scrive sul suo diario. Appena la inquadrano si capisce subito che é Elizabeth. Devo dire che potrebbe rivelarsi la sorpresa dell’adattamento visto che é molto fedele all’originale. Fa certe espressioni meravigliose e poi il suo lamentarsi di come siano costrette ad aspettare l’arrivo di un uomo a salvarle é perfetto, per ora la parte é resa al meglio. Poi vengono inquadrate per la prima volta le altre tre Bennet e per ora non possiamo dedurre niente apparte Mary che maltratta il pianoforte, Jane che stona e Lydia che sbuffa. Nella scena iniziale possiamo notare un certo sottotesto femminista e coerente con l’opera. Accidenti, per ora tutti sono in parte e si riesce a cogliere anche uno dei temi importanti del libro! Forse é meglio di quanto pensassi! Poi arriva Mrs Bennet e scopriamo che é davvero un Weird Austen. Mr Bennet é molto fedele, a tratti mi ricorda molto Benjamin Whitrow. Mrs Bennet beh é assolutamente infedele! É difficile renderla male ma ora ho scoperto che é POSSIBILE! Ok viene resa con simpatia alla Brenda Blethyn ma é tutto fuorché di “poor understanding”. Riesce persino a cogliere il sarcasmo nelle parole di Mr Bennet! Mi hanno rovinato il primo capitolo. Diventa addirittura una femminista quando Mr Bennet si rifiuta di visitare Bingley! Poi vabbé la storia va come la sappiamo. Elizabeth viene mandata a comprare vestiti con Lydia in una Meryton decisamente desolata. Per strada incontrano Charlotte e Lydia se ne va caratteristicamente appena scopre che la milizia é in arrivo. Charlotte e Elizabeth parlano un po’ della fissazione delle loro madri per i matrimoni e la scena finisce. In realtà preferirei che inizziassero a trattare l’argomento come si merita ossia far capire che i matrimoni erano necessari all’epoca. Se non lo si spiega bene la dichiarazione di Darcy perde molto in suspence. Ma mi sa che chiedo troppo. Arriviamo alle Assembly Room e identifichiamo subito Bingley perché sorride anche ai pavimenti e Darcy perché si diletta nel fare i 100 m nella sala visto che spunta fuori in ogni inquadratura. Jane e Bingley ballano e poi Jane si siede vicino a Elizabeth e iniziano a discutere delle loro differenze di carattere. Mi domando di cosa parleranno allora quando ritorneranno a casa se ne hanno già discusso qui. Mrs Bennet ritorna incredibilmente in sé e forma un grande duetto con Lady Lucas. Davvero vanno in giro a sparlare per la sala di tutti XD. Intanto Charlotte ricompare e viene snaturata anche lei. Infatti é Elizabeth a dire che Jane dovrebbe assicurarsi Bingley perché lui potrebbe non accorgersene. E Charlotte le chiede persino perché! Bingley si avvicina a Darcy e accade il fattaccio. Ora devo dire che Darcy e Elizabeth erano praticamente spalla a spalla, come accidenti ha fatto a non notare che ascoltava? Darcy poi dice: “Chi quella lí sarcastica e sagace?” Ma come fa a saperlo se non le ha neanche rivolto la parola? XD. Ovviamente poi lui cambia idea in un minuto. Parla dei fine eyes a Caroline (anche se in quel minuto non ha guardato Elizabeth manco una volta XD) e quando lei fa le battutine sulla pessima famiglia dei Bennet e della foto di Mr Phillips a Pemberley lui RIDE! WTF? Poi ritornano a casa e Mrs Bennet fa il suo celebre resoconto a Mr Bennet e lui fa delle battute divertentissime. Lei invece ritorna intelligente. Poi inquadratura nella camera di Jane e Elizabeth e devo dire che Darcy aveva proprio ragione nel libro quando dice, riferito a Jane, che sorride troppo anzi questa Jane RIDE troppo. La scena praticamente consiste in Lizzy e Jane che nominano Bingley 5 volte in 7 secondi e poi ridono per il resto della scena e credetemi la scena é LUNGA. Per un momento ho pensato di star vedendo Lydia con quel Frankestain originato da Mary e Kitty, i livelli di stupidità erano altissimi. Il giorno dopo Mrs Bennet ingegna il suo piano per lasciare Jane a Netherfield e anche Elizabeth é out of character. Non si oppone per niente alla cosa,anzi! In questa scena assistiamo anche a uno strano scambio di personalità! Jane ride come una pazza e Lydia serve il té gentile e incredibilmente ZITTA! Poi inquadratura a Netherfield e mi esprimo… Caroline é la mia preferita. No davvero, é fantastica! La sua preoccupazione per l’invasione dei Bennet é esilarante. Tra parentesi la scena é coronata da uno strano Darcy sorridente. Anche se persino alle Assembly Room sorrideva! Scommetto che trova molto divertente offendere la gente. Elizabeth arriva in tutto il suo splendore anche se molto più di “six inches deep in mud”. Caroline fa il suo solito discorsetto (da sola perché gli Hurst sono stati eliminati) e Darcy se ne esce con la roba più out of character dell’universo: “Cosí dimostra una notevole devozione per la sorella”. Ma esporsi in questo modo… non é mica Bingley! Il dottore arriva e scompare nel giro di tre secondi e nel giro di una sera Jane puó alzarsi dal letto. Caroline importuna Darcy mentre scrive la lettera a Georgiana e mentre lei parla lui continua a RIDERE! Bingley e Darcy vanno a prendere dei libri per Jane nella biblioteca. Caroline intrattiene Lizzy e Jane lodando Georgiana e mostrando i suoi meravigliosi disegni. Ora… cosa ci fa un blocco di disegni di Georgiana a Netherfield? É di Darcy? Vabbé l’amore fraterno ma cosí si esagera! Elizabeth qui é davvero perfetta! Interpretazione superba! Caroline va a prendere una miniatura di Georgiana ma l’attrice non riesce a chiudere la porta creando l’imbarazzante situazione in cui Caroline cerca di chiudere la porta e anche se é lí Elizabeth e Jane sparlano di lei come se non ci fosse. Intanto Jane dimostra la sua schizzofrenia: quando é con Bingley é la solita Jane ma quando é con Elizabeth diventa Lydia. Intanto Bingley e Darcy ritornano e Bingley accompagna Jane in biblioteca. E qui c’é la mia scena preferita in assoluto dell’episodio. Bingley dice:”Darcy, lascio a te l’onore di intrattenere Miss Elizabeth” e chiude la porta in faccia a uno sbigottito Darcy. Chapeau Bingley, chapeau. E ora li vediamo finalmente da soli, in azione per la prima volta insieme. Darcy si avvicina in silenzio e fissa i disegni della sorella che non sembra neanche riconoscere XD. Elizabeth gli consiglia di continuare la lettera ma lui non demorde, vuole conversare. Lui cosí dal nulla le chiede se é una studiosa di caratteri. A quanto pare l’ha sentito dire dai cittadini di Meryton. Si perché di solito é questo che dicono i vicini no? É bella, canta bene, danza divinamente, é una studiosa di caratteri… tutto normale! Lui poi fa la domanda piú out pf character possibile perché dubito si possa fare di peggio senza stravolgerlo completamente. Dice:”E che idea vi siete fatta del mio carattere?” Cosa, come… perché lo chiedi? Perché? É cosí non Darcy che fa male! Elizabeth poi gli dice che tutti parlano diversamente di lui. Primo: senza Wickham in scena la conversazione non ha senso. Secondo: di cosa parleranno al ballo di Netherfield se ne parlano ora? Scommetto che passeranno il tempo a ridere come nella scena tra Jane e Elizabeth. Elizabeth infine gli dice che é meglio non conoscersi a fondo per continuare a pensare bene l’uno dell’altro. Eh ma allora te la cerchi bella! Gli ha appena detto che pensa bene di lui! Come farà a essere sorpresa dalla proposta di matrimonio? Come? Lei se ne va e Darcy  ci regala uno sguardo che dovrebbe essere da innamorato ma in realtà sembra più una triglia. E con la miglior impressione che Darcy riesce darci di una faccia da baccalà si chiude l’episodio. Mi immagino il disastro dei prossimi episodi! Ok alla prossima!

Annunci

30 Days of Austen #3: Libro preferito

image

Oh cosa dire se non… che meraviglia! Poche opere sfiorano la perfezione (oltre a O&P  annovererei sicuramente l’Amleto shakespeariano) ma O&P la raggiunge eccome. Non un solo avvenimento o personaggio é fuori posto e il ritmo scoppiettante e ironico che lo rende una sorta di “screwball comedy di altri tempi”. Trovo sempre incredibile come ad ogni rilettuta si riescono a scogliere nuovi temi e sfumature. Un gioiellino da citare e ricitare e visto che nel 2013 abbiamo passato la soglia del bicentenario beh… mi sa che sarà con noi ancora per molto tempo anzi per sempre perché come ogni capolavoro é immortale, proprio perché riesce ad adattarsi a tutte le epoche e insegnarci qualcosa sulla nostra società anche a distanza di anni… o di secoli! 😉

30 Days of Jane Austen #2 – Eroe preferito

image
Foto da austenprose.com con quasi tutti i Darcy degli adattamenti.
image
Non ho una predilizione per Macfadyen ma il mondo ha bisogno di smiling!Darcy

Allora… da dove cominciare. La risposta é scontata anche qui. Per domani aspettatevi originalità allo stato puro! Ehm.. vediamo. Ovviamente molte più persone sono riuscite a descrivere questo pezzo da 90 meglio di me ma tento lo stesso XD. Allora inizio col dire che l’insulto ad Elizabeth é proprio cattivo ma mi ha fatto tanta pena quando viene ritenuto sgarbato solo perché non balla. (Compare introverso…) L’insulto é terribile (ovviamente Elizabeth si comporta splendidamente!) Ma il non ballare non é cosí garave di certo ma se a parlare di te sono le comari di Meryton… Ora si possono parlare delle innumerevoli doti (che vengono tralasciate nella maggior parte degli adattamenti…) ad esempio prontezza di mente, lealtà, onore, bontà d’animo e un senso dello humor pungente. Ah ricordiamoci che sorride più volte nel libro non é che non ha senso dell’umorismo come la maggior parte degli adattamenti fanno sembrare. Tra parentesi ho sempre trovato divertente la conversazione tra lui ed Elizabeth in Kent quando lui va a Hunsford e tutti sono assenti (no, non la prima proposta di matrimonio, prima). Dopo aver capito di essersi esposto troppo scosta la sedia e con falsa non chalance chiede: “Cosa ne pensate del Kent?” Best flirting line ever XD! Cosa preferisco di più del suo carattere. Il modo in cui rimedia al suo errore berso Elizabeth e come accetta il suo rifiuto e non la disturba con corteggiamenti non accettati (I’m looking at you Mr Collins! XD)
Poi vabbé ci sono molte più scene fantastiche che descriveró più avanti legate a Darcy. Bene, per ora questo e tutto! Alla prossima!

30 Days of Jane Austen #1:Eroina preferita

image

Si lo so, avevo detto Sanremo. Non so se avrete il post, magari l’anno prossimo XD. Ora finiamo subito questo post cosí potró ritornare a cantare Occidentalis Karma. 30 Days of Austen. Promesso anni e anni e anni (a dicembre 2016 XD) fa. E ora é qui! In tutta la sua gloria!  Vediamo, eroina preferita…. Elizabeth! L’unica e sola. Lo so la mia originalità non conosce confini. Insomma come si fa a non adorare una tipa del genere? Testarda, ironica e a tratti ribelle. La mia scena preferita (la terza in assoluto, la prima e la seconda le scoprirete poi) é la sua mitica traversata a piedi per andare a Netherfield a trovare Jane malata. E cosa dire dello smacco a Lady Catherine? E la risposta che impartisce a Darcy durante la scena madre? Fantastica! E la proposta di matrimonio di Mr Collins? E gli scambi a Netherfield. Impagabili! Ovviamente di difetti ne ha e impara a tenerli sotto controllo. La mia eroina e modello d’altronde cos’altro ci si puó aspettare dalla “creatura più deliziosa che sia mai stata data alla stampa?” 😉

Oh ciao, da quant’é che non ci si vede?

image
Se vi metto una foto random di Vivien Leigh mi perdonate?

Da quant’é che non scrivo qui? Da Dicembre? Beh, quelle cose grazziosissime chiamate impegni non mi hanno permesso di curare al meglio questo blog! Ma io sono tornata, eccome se lo sono. Domani scriveró qualcosina a tema Sanremo perché ne han parlato chiunque e il parere non richiesto di una Janeite tuttologa non puó mancare. A domani!

Per Natale vorrei…

Ho controllato, l’ultima riedizione di Via col Vento nei cinema risale agli anni 90. Ma scherziamo? É passato troppo tempo! Quindi ora pretendo che qualcuno lo ridistribuisca alla svelta.
P.s= ho iniaziato a scrivere ff su AO3. La prima é su Vacanze Romane.

Il self control e rispondere alle offese.

Sono due le donne che considero i miei modelli di vita, ció che vorrei diventare:una fittizzia e una piú reale che mai. Sono rispettivamente Elizabeth Bennet e Audrey Hepburn. Quando succede qualcosa che potrebbe “scalibrare la mia mira” mi vengono immediatamente in mente. Per me sono il vero e proprio esempio del “pugno di ferro in guanto di velluto”. Avete presente la scena del semaforo in  “Il  club di Jane Austen”? Quella in cui una delle protagoniste (più un protagonista maschile che non é presente in questa scena ma é un’ottima aggiunta), indecisa su cosa fare, osserva il semaforo che magicamente si illumina con le parole “What would Jane Do?” Per me invece é “What would Elizabeth and Audrey Do?” Certo non l’ho mai visto scritto su semafori ma é un po’ lo stesso.
Ma perché sto facendo tutti questi giri di parole e cosa hanno a che fare con il titolo? Beh ho detto che mi vengono istantaneamente in mente (pardon per la rima) quando succedono cose su cui devo meditare… e anche quando perdo la pazienza.
Facciamo un bel esempio và…
Mettiamo caso che state parlando amabilmente con qualcuno… e quella persona vi offende. Ora i casi son due: lo fa di proposito oppure non lo fa apposta. Ora in questi casi bisogna usare al massimo il self control e cercare di essere calmi e precisi. Se volete far capire che la cosa vi ha infastidito ma con la calma di una lady. Senza strepitare o urlare. Io come rispondo a queste situazioni? Vi posso rispondere cosí. Ogni volta che faccio un test del tipo “Quale eroina letteraria sei?”… la risposta é sempre e solo una (tranne quando lei non é inclusa allora sono Elizabeth):
image
Questo vi fa un po’ capire come sto messa per quanto concerne la pazienza e il self control. Ci sto lavorando. Quando succede qualcosa che mi fa perdere la pazienza cerco sempre di ricordarmi del grande schiaffo morale che Elizabeth dà a Darcy al Ballo delle Assembly Room di Meryton. Viene offesa e ne ride amabilmente con gli altri, cosí evita le prese in giro degli altri e ne esce vincente. E voi, come gestite queste situazioni? Avete anche voi simili problemi? Fatemi sapere.
Forse oggi inizzieró la 30 Days of Austen Challenge. Altrimenti domani. Al prossimo post!
                                      Justmeonhere
                        
                                    

Letterina di Natale di una Janeite

Caro Babbo Natale,
So che non ti scrivo letterine da un po’ ma quest’anno avrei una bella lista di cose da chiederti:
Dacci un altro adattamento di Orgoglio e Pregiudizio ad opera della BBC
In questo adattamento fa che la caratterizzazione di Darcy sia minimamente decente e non OC come al solito.
Come linea generale direi che dovrebbe avere:
Il ritmo e l’atmosfera di O&P 1940
La caratterizzazione dei personaggi e la bravura attoriale di O&P 1980
I costumi, gli scenari e la ricerca storica di O&P 1995
La musica, le riprese e il simbolismo di O&P 2005
Più un Darcy fedele al libro.
Non penso sia molto difficile da realizzare.
Ora avrei altri desideri da realizzare, se non ti dispiace anche se é il tuo lavoro e quindi non mi interessa più di tanto
Dacci un adattamento minimamente decente di Mansfield Park
Dai al mio computer una connessione super veloce, perché é difficile vedere film e period drama in questo stato.
Ora avrei un altro desiderio, non legato alla zia Jane.
Ti prego, dacci TCM sulla TV italiana.
Grazie per aver letto.
                                       Justmeonhere
Questa “cosa” delirante é stata scritta per fare un po’ di ironia e stemperare l’atmosfera di questi giorni difficili.
E ora…
Prossimi post!
Ho pensato di iniziare la 30 Days of Austen Challenge e forse anche la Audrey Hepburn Challenge.
Alla prossima!